Hello July!

Ciao luglio!

184777-goodbye-june-hello-july

Che in questo momento pare più lugliembre, un po’ come giugnembre il mese scorso. Iniziato col freddo, andato avanti col caldo e finito di nuovo al freddo. La pioggia serve, peccato che qui non ci siano mezze misure. Piove, fa freddo, giù le temperature anche di 15°C! Infatti da 30°C siamo appunto passati a 15°C di giorno (di notte siamo a 9°C). W la montagna! W luglio! Basta parlare di giugno! Incrociamo le dita che possa essere un bel mese. Dal prossimo weekend mi aspettano tante belle cose, fra cui la visita della Nico, e poi la Dolomites Skyrace verso fine del mese. Insomma un mese ricco di avvenimenti, e li penso tutti in positivo, come è giusto che sia 🙂 Avanti luglio, ti aspetto a braccia aperte!

Abbiamo fatto 13!

depositphotos_51552655-stock-illustration-13-years-anniversary-retro-style

Era il lontano 2004 quando ad aprile ci siamo rivisti, dopo la mia settimana bianca sulla neve. Tu mi hai colpito subito, così alto, capelli ribelli, snowboarder, tante belle storie da raccontare sulla tavola. E’ stato quello il primo contatto fra i nostri due mondi. A cui sono seguite lunghe telefonate (proprio tu che sei telegrafico al telefono!), tanti messaggi e poi finalmente ci siamo visti, dapprima a Bologna e poi a Canazei. Io turista, tu che lavoravi per la prima volta quassù.

IMG_9946

Il giorno del mio compleanno, a Chaweng Beach, Koh Samui

Quante cose ci sono successe! Quante ne abbiamo combinate! Quanti sorrisi, lacrime, litigate, regali, fotografie, sospiri e desideri abbiamo espresso! Siamo ancora qui, dopo 13 anni, a guardarci negli occhi e a a sorridere, come fosse quella sera di aprile, quando abbiamo parlato per 3 ore.

Buon anniversario!

Hello June!

619595551f7ff3b10841dc5bce2a19ed

E’ giugno e io sono già in camping! La sorpresa più grande del mese è questa: anziché cominciare ufficialmente a metà mese come al solito, i miei capi mi hanno fatto il regalo di farmi cominciare col Giro d’Italia e continuare senza soste!! Per me è un bel regalo, perchè vuol dire lavorare di più. Vuole anche dire che non potrò andare al battesimo della bimba di una mia cara amica, che non potrò partecipare al Palio del Drappo Verde a Verona 😦 e che non avrò più un solo giorno libero fino a settembre- uh!! Questa è la parte meno bella…però fino ai primi di luglio posso fare qualche cambio turno, fare qualche corsa lunga quindi, e godermi un po’ queste montagne. Io questo mese vorrei dedicarlo di più al trail, prima di cominciare, magari a luglio, qualche allenamento più mirato, pensando alle gare future (la prima a settembre, la Marcialonga Running!) e rinforzando il mio ginocchio ballerino…. Dai giugno, non mi sembri affatto male come premesse!! 😀

Effetto Giro d’Italia

Sono in camping in un momento di relax – finalmente! Perchè abbiamo aperto il 23 col botto: più di 70 piazzole occupate e ancora alle 23:30 non riuscivo ad andare a casa dopo mezz’ora che il camping era chiuso perchè continuava ad arrivare gente…alla faccia!

Tutta “colpa” del Giro d’Italia, che è arrivato proprio qui davanti al camping il 24, e poi è ripartito da Moena, con passaggio sempre di qui, il 25! Questo per me ha significato un po’ di lavoro (inaspettato) in camping…e un sacco di gente in paese, che pareva agosto, o quasi! Wow! Anche perchè di solito in questo periodo non si vede tanta gente, quindi cominciare in questa maniera è stato ottimo. Il paese era addobbato di rosa un po’ ovunque, e poi quelli del Giro hanno allestito il loro “circo” proprio bene.

18645141_359927327738825_1693731966769168384_n

Il giorno dell’arrivo l’aria era elettrica. Tutti in giro a farsi selfie sulla linea di arrivo, che guarda caso era proprio davanti al camping. Le strade poi le hanno chiuse, e chi era in campeggio era dentro e basta. E’ stato un po’ come quando c’é la Gran Festa da d’Istà a settembre: gente che entra a chiedere info, gente che va in bagno (senza neanche chiedere, w l’educazione!) e gente del camping che viene a scambiare due parole. Il tempo scorre veloce in questi casi. Infatti, è arrivata l’ora in cui la gara è terminata. Non ho visto niente, ovviamente, un po’ come la signora del camping qui sotto… XD

18671243_10212693047462156_273874494437914466_n

Ho da fare però le mie considerazioni su questo tipo di manifestazioni. Parlo da profana, da una che andava in giro con la Graziella da bambina, e una mountain bike scassata da adolescente. Diciamo che anche adesso la bici non occupa più di tanto i miei pensieri, mentre la gente che segue il Giro è matta per la biciletta. Ho visto un signore entrare furtivamente in camping la sera e, senza chiedere niente, ha strappato lo striscione di benvenuto del Giro che avevamo all’entrata (cafone!!). Ho visto famiglie tutte vestite di rosa, urlare a squarciagola. Ho visto umarell con zdaura a seguito, dirmi tutto orgoglioso che si spostava dove si spostava il giro (si vede che erano ben pensionati!). Babbi coi propri figli vestiti di tutto punto da novelli Nibali. Insomma, ci ho visto sana passione ma anche tanto, tantissimo, fanatismo. Troppo per i miei gusti. A me i fanatismi non sono mai piaciuti.

Sono ancora qui!

..solo che sono stata una settimana a Bologna, a trovare la mia famiglia e a casa, devo ammetterlo, ci sono stata pochissimo! Quindi, non ho avuto assolutamente modo di aggiornare il blog. Onestamente, non ne avevo manco la voglia…ahahah!

65ca949c0640908bb2be5440681af901

Da Pinterest.com

Sono state giornate concitate, fatte di cene con gli amici, shopping veloci, sorrisi, primi caldi e chiacchierate da aver la gola secca. Sono queste le cose che piacciono a me. Da adesso in avanti non avrò più tempo per tornare dai miei, quindi ho cercato prendere quello che c’era nel miglior modo possibile.

18425339_10212603775030401_5548462086792528976_n

Ho corso per due volte in mezzo alle vigne. La seconda volta facendo un bel collinare panoramico, verso la pianura. C’era un caldo atomico, ma la vista si riempiva di colori e contrasti stupendi, ne è valsa certamente la pena.

IMG_1136

Piazza della Mercanzia

Ciao Bologna, ti ho visto un po’ di fretta questa volta ma tu sei comunque nel mio cuore. Ecco qui uno dei miei scorci preferiti,  sotto le Due Torri. Ci passo spesso, e tutte le volte devo fare almeno una foto, è più forte di me!!

Infine, ho concluso questa settimana a tutto gas, nel migliore dei modi che potessi pensare: facendomi un tatuaggio, anzi due. In realtà, ho solo ultimato quello che avrei dovuto dopo la maratona a Venezia. Mi sono fatta tatuare un piccolo 26.2 sulla caviglia sinistra che guarda il piccolo 13.1 sulla caviglia destra… 🙂 E poi il mio braccio destro necessitava di un po’ di colore, è primavera in fin dei conti!

 

Ciao maggio!

Oggi è il 1º maggio! Diciamo che di maggio c'è forse poco, visto che guardo fuori dalla finestra e piove a dirotto, mentre si capisce bene che in alto sta nevicando, e ho il termosifone acceso.
In realtà però sono appena salita dalla pianura/collina, e dal lago, se contiamo gli ultimi giorni. Non mi posso lamentare! Questo maggio è cominciato con un weekend fuori, prima al Garda, poi in Valpolicella per correre oggi una garetta davvero carina, che si svolge appunto fra i vigneti. Cominciassero tutti in questo modo i mesi, ci metterei la firma! Prendiamolo come un buon segno per la corsa, vista come è andata la giornata…di cui seguirà molto presto un post dedicato.
Per le prossime due domeniche mi attendono altrettante corse.
Sono positiva, mi sento di esserlo, e ho voglia di accogliere maggio a braccia aperte. Se solo il tempo fosse più clemente…ma non si può avere tutto mi sa! 😀
 

Qualcosa su di me

April set

 

What am I wearing now?- Il piumino. Il piu-mi-no. Giuro. Ci sono 5°C di giorno, zero termico sui 1400m…aiuto! Primavera dove sei che faccio la voglia delle ballerine, della giacca leggera (piumino bastaaaaa) e degli occhiali da sole? Ho volutamente omesso il cappellino di lana leggera e la sciarpa che indosso costantemente…no comment!
Books- Sto leggendo un libro bellissimo: “I Love Tokyo” scritto a quattro mani da La Pina e suo marito Emiliano. Li amo! O meglio, amo La Pina ancora di più! Bellissima guida semi seria di Tokyo, solo per veri Japan lovers XD
Music- In questo momento c’é solo una canzone che canto in loop: Coldplay e The Chainsmokers- Something just like this. Adoro!
TV- Ho una voglia matta di andare al cinema ma -ahimé- devo farmi un’ora di macchina per raggiungere il più vicino, quindi…niente, mi consolo con quello che trovo in tv o qualche dvd. Recente acquisizione, il dvd di Ghost in Shell, il primo, il supremo, diretto da Mamoru Oshii….che avevo la vhs e penso di averlo consumato a furia di vederlo. Mi ricordo ancora alcune battute, peccato che, nella versione rimasterizzata abbiano cambiato i dialoghi rendendoli il più fedeli possibili alla versione giapponese (quindi devo impararli di nuovo ahahah!). Ma la Motoko, resta sempre la migliore 🙂
Wishing- Stare bene. Fine. Che qui fra raffreddore, mal di gola, bandelletta, caviglia, mi sembro un lazzaretto ambulante. Stop dolori! Che mica ho 80 anni, anche se ogni tanto me li sento LOL
Project of the month- Allungare le corse, e approdare al mese di gare che ho in programma. Quindi devo stare bene, non solo fisicamente ma anche mentalmente. Perché ultimamente anche la mente mi fa degli scherzi. Quindi voglio ritrovare la serenità giusta per affrontare le prossime sfide!

Sventure di corsa

Oggi volevo andare a correre. Volevo appunto. Perché qui ci si è messo pure il tempo ad ostacolarmi….temperature crollate a picco, a quando parlo di picco intendo SOTTOZERO di notte e poco sopra lo zero di giorno. Oggi c’é un vento atomico, che porta via, una violenza incredibile, e infatti per strada ci sono cose che rotolano. Prima, appunto, ho visto un sottovaso che se ne andava allegramente. I gatti non stanno neanche in terrazza dalla paura, e davanti a me c’é un pezzo del tetto di lamiera dei vicini che si sta staccando…ho un po’ paura! Come si fa a correre in queste condizioni, rischiando di essere portati via e quando la temperatura percepita è tipo -10°C???! Manco a marzo faceva così freddo. Io però la mia corsa lunga sono riuscita a farla domenica: 14km messi in saccoccia. Ho scelto un percorso a me congeniale, inserendo però dei pezzi di trail con svariati sali e scendi, radici, prato, rocce e ovviamente neve e fango…che divertente! Io ci sguazzo in ste cose 🙂

IMG_0762

Così il mio pranzo di Pasqua è andato giù più agevolmente. Eravamo solo in 3, ho fatto una piccola grigliata e panna cotta come dolce. Non siamo abituati a mangiare tanto, e già quello per noi è stato fin troppo XD Però senza colpe, tanto abbiamo tutti bruciato: il mio compagno è andato su al Passo Pordoi in bici e suo cugino a piedi in Val Duron…come siamo stati atletici!

17992263_10212343616406598_7063760906328155120_n

Ecco, poi è cambiato il tempo e mi è peggiorato il raffreddore. Infatti domenica mi sono dovuta fermare 2 volte a soffiare il naso che ero praticamente in apnea. Quindi mi sono detta che mi dovevo curare, poi ci si è messo anche il tempo- tante grazie! Adesso c’é il sole, o meglio nuvole che si alternano al sole con una velocità pazzesca, visto il vento. Ma domani è un altro giorno, mi arrivano le Nike nuove per correre su strada e vado a Innsbruck a fare un giro col mio compagno… 🙂 Un modo per rimediare si trova!

Bologna tour

Sono sparita di nuovo, lo so. Ma chi mi segue su Instagram sa cosa ho combinato e dove sono stata: a ricaricare le pile con l’aria e il cibo di casa. Un bella settimana vissuta insieme agli affetti più cari, conditi da bel tempo e shopping!

Sono stata, ovviamente, a fare un giro in centro e dal mio storico parrucchiere, che ormai mi conosce e sopporta da quando andavo alle medie. Un colpo di colore, un taglio e via!

Passeggiare sotto i portici è sempre un piacere, fare shopping ancora di più, specialmente se con mia zia…ce la intendiamo alla perfezione noi due! E poi, come ogni giretto pomeridiano che si rispetti, una pausa gelato ci vuole tutta. Specialmente se alla Cremeria della Funivia (in Piazza Cavour). Quanto mi è mancato il Leonardo (un loro gusto storico con i pinoli).

Ho avuto anche il tempo per una capatina al mare. Purtroppo abbiamo scelto il giovedì, dove il meteo non prometteva nulla di buono, ma alla fine dalla pioggia siamo passate al cielo terso e un sole bello caldo. Io e mia mamma finalmente abbiamo passato una bella giornata insieme.

Non ci siamo fatte mancare niente! Abbiamo pranzato alla Osteria del Gran Fritto, sul Porto Canale di Cesenatico, perché io avevo voglia di frittura. Sono stata esaudita! Abbondante, croccante e per nulla unta (pur essendo fritta..lo so!). Non mi è neanche rimasta sullo stomaco, insomma, pranzo promosso a pieni voti. Ne è seguita passeggiatina digestiva, ma breve perché sulla spiaggia tirava un vento che ti portava via.

Ho anche trovato il tempo per una breve corsa con un pochino di collinare. Purtroppo non ho potuto fare quello che mi ero prefissata perché, settimana prima,  dopo essere andata troppo con lo snowboard, e poi a correre e a nuotare, avevo la bandelletta che urlava. Ho dovuto per forza riposare, fare stretching e mettere il ghiaccio. Quindi mi sono concessa solo una corsa, dimenticandomi per altro di bere come al solito prima di uscire, morale: sono arrivata distrutta e meno male che ho trovato una fontanella a metà percorso! Ho sottovalutato la mia non abitudine alla calura e all’umidità padana XD In compenso ho trovato degli alberini fioriti stupendi.

IMG_0688

La settimana mi è volata. La domenica l’ho passata da mio padre in collina, in mezzo a tutti i suoi animali, pelosi e piumati. Non lo vedo spesso, quindi mi fa sempre piacere poter avere un po’ di tempo a disposizione per stare insieme.

Sono tornata alla mia “solita” vita ma prometto che non mi lamenterò dicendo che mi annoio dopo tutto quello che ho vissuto questo inverno, ho bisogno anche di queste giornate “noiose”. Oggi ho un po’ di mal di gola, forse dovuto al cambio di aria, chissà, ma  sono sicura che domani starò già meglio, pronta a sgambettare per i miei monti!

Ciao aprile!

 
Quasi quasi mi stavo dimenticando che oggi è il 1º aprile!
Vuol dire che questa giornata è stata buona, e in effetti così è stata. Il tempo era uggioso, ma grazie agli amici, abbiamo trasformato una giornata potenzialmente noiosa, da passare in casa, in una invece divertente, passata sullo snowboard.
E da queso aprile mi aspetto buone cose.
Mi aspetto che sia divertente come lo è stata questa giornata.
Mi aspetto di stare finalmente bene e ritrovare me stessa e la forma fisica che un pochino mi manca.
Mi aspetto una gara verso fine mese, preludio di quello che invece sarà maggio, ma non voglio andare troppo avanti, mi voglio godere questo mese.
Ho in programma un ritorno in famiglia per una settimana circa, a suon di tigelle e gnocchi al ragù, ma soprattutto, gli odori e i sapori di casa, della mia Bologna.
Cerco sempre di essere positiva ad ogni inizio mese, e penso che sia la cosa migliore, l'attitudine giusta ad affrontare il mese appena cominciato!