Born to Run

Ho finito di leggere questo libro appassionante sulla corsa, che avevo in wishlist da svariato tempo e che non mi ero mai decisa a comprare. Bene, è arrivato il suo momento!

51sllky4wdl-_sx356_bo1204203200_

Appunto si tratta di “Born to Run” di Christopher McDougall. Un libro che penso ogni runner dovrebbe leggere! Assolutamente. Ok, all’inizio non mi pareva granché, mi sembrava un po’ noioso, ma poi…ciao, mi ha preso tantissimo e l’ho divorato. Si basa tutto su esperienze vere di corsa. Nasce da questo giornalista che vuole seguire i Tarahumara, una tribù del Messico che corre naturalmente da generazioni, e corre ultramaratone per gioco. Il loro gioco simil hockey su sterrato, dove i vari villaggi si sfidano per decine di km, e correndo appunto, senza sforzo delle ultramaratone, ha dell’incredibile. Da questo parte tutto il libro, la cui vicenda centrale è una gara nel deserto messicano fra Tarahumarta e ultra-trailers rinomati fra cui Scott Jurek, che dà poi spunti per una serie di digressioni sulla corsa e il modo in cui si corre. Dalla preistoria ai Tarahumara appunto. Dopo aver letto questo libro viene da buttare le scarpe da corsa, giuro. Ma quello che penso è che ciò che scrivono possa valere per chi non corre sui talloni ma sulle punte. Volete capire a cosa mi riferisco? Leggete il libro! E’ comunque una rivelazione totale 🙂

Ps- Ecco perché adesso sto leggendo il libro autobiografico di Scott Jurek…mi pare giusto “continuare” il filo…

Annunci

10 commenti

  1. Scott Jurek è colui che ha conseguito il record di attraversamento dell’Appalachian Trail, un vero e proprio mostro, ti consiglio di leggere “una passeggiata nei Boschi” di Bill Bryson.
    Cmq occio se vuoi iniziare a correre Naturale, ci sono mooooolte cose da fare in mezzo… Diciamo che McDougall non ti ha letto a che infortuni è andato incontro facendo questa transizione in modo troppo “spinto”!!! Devi riadattare il corpo e non è facile!!!

    Mi piace

    • No tranquillo, non comincio a correre naturale, so bene che non è una cosa che si fa dal giorno alla notte! Ho seguito Scott l’anno scorso mentre faceva l’Appalachian Trail, fortissimo!!

      Mi piace

  2. caspita! senza scarpe…dev’essere un’esperienza incredibile, insieme a quella tribù!
    ora sono incuriosita dalla punta e dal tallone (vale anche per la camminata?)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...