Vita di coppia del runner

Questo post nasce dopo aver parlato col mio ragazzo della mia passione per la corsa. Perché ultimamente mi ha rivolto delle battute poco piacevoli, riguardanti proprio al fatto che corro, e così ho voluto affrontare l’argomento. C’é sicuramente un problema, anzi ha sicuramente un problema, ma non lo ammette. Dice che per lui va bene che io corra, però pensa che io sia FANATICA. ???? Il dizionario dice così

fanatico[fa-nà-ti-co] agg., s. (pl.m. -ci, f. -che)
• agg.
1 Mosso da fanatismo e intolleranza: una religiosità f.
2 Esaltato violentemente da passioni o da sensazioni incontrollabili; invasato: un tifoso f.; che denota fanatismo: attaccamento f.
• s.m. (f. -ca) Nel sign. dell’agg.: un pericoloso f.; con valore meno negativo, appassionato: un f. della musica classica
• avv. fanaticamente, in modo f.

Onestamente non mi sento minimamente di appartenere a questa “setta” di pazzi. Anzi, piuttosto io mi sento di appartenere agli appassionati. Appassionati di corsa.

Lui dice che sono monotematica, che parlo spesso di corsa e che tutto si riconduce a quella.  Sabato siamo usciti a cena e un nostro amico, di sua spontanea volontà, per due volte mi ha fatto domande sulla corsa perché ha in programma una mezza maratona in primavera e voleva dei consigli. Credo che al mio ragazzo questo abbia dato fastidio. Forse perché prima questo amico parlava con lui di snowboard, e invece l’altra sera non l’ha fatto? Forse gli sta sulle scatole il fatto che siano gli altri che chiedono a me della corsa, senza che io entri in argomento?? E io cosa devo fare? Non rispondere? Giuro, non capisco.

Ma forse è lui che non capisce perché non è un runner. Però è una guida mountain-bike, prima faceva gare di bici! Possibile che allora questa mia passione gli dia così fastidio? (quando lui stesso ne ha una!?) Ho letto di runners che si lamentavano delle compagne o del compagno che inevitabilmente non lo era, e da lì nascevano incomprensioni. Forse in una coppia se entrambi sono runnners ci si capisce/tollera di più? A me sembra di parlare di corsa in modo misurato, è una cosa che mi fa stare indubbiamente bene, che mi spinge ad andare oltre i miei limiti, con le mie sole forze (mentali e fisiche) e non ho bisogno di alcun strumento estraneo. Io non rinuncio alla mia passione perché forse lui ne è infastidito. Credo che il problema sia più suo che mio. Non ho mai chiesto niente, se non sostegno quando decido di fare le gare (ne ha assistite 3 in un anno, è troppo??!) e mi pare il minimo. Forse sì, quando parlo di solette, muscoli, scarpe, gel e abiti (I love shopping!) sarò anche monotematica, ma forse meglio parlare di una passione così sana che piuttosto perdersi in stupidaggini. La corsa non è una stupidaggine, è gratificazione, è sentirsi liberi, è vivere, è affannarsi, è sorridere come ebeti dopo aver portato a casa un buon allenamento. E io a questo non rinuncerò!

41kghpbs49l-_sy300_

Da amazon.com

Annunci

9 pensieri su “Vita di coppia del runner

  1. aspiranterunner ha detto:

    Credo che in generale il genere umano maschile faccia più fatica ad avere una compagna vicino che abbia le sue passioni, i suoi interessi che siano indipendenti da lui. Tradotto: forse gli dà fastidio che tu possa trovare gratificazioni e passioni nella tua vita che siano completamente estranee e indipendenti da lui? Probabilmente se ti fossi appassionata alla bici non avrebbe avuto nulla da ridire perché era una passione da lui indotta.
    Ho letto anche io in rete di molti compagni che si lamentano delle passioni dei partners e mi è sembrato di capire che la cosa riguarda più gli uomini che le donne.
    Al di là di questo io credo che si dovrebbe essere felici se la persona che ami è felice e serena indipendentemente da cosa gli procuri questa felicità.
    Sono d’accordo con Maria Antonietta, continua ad essere te stessa.

    Mi piace

  2. afrenchieinmykitchen ha detto:

    Anche io a volte parlo spesso di corsa, di scarpe, muscoli etc e devo ammettere che i miei acquisti sono solo per il running, ma è appunto passione! Correre perché fa star bene è una cosa, il fanatismo è altro… La corsa è una sana abitudine che tutti dovrebbero avere, è sentirsi liberi, è essere umani. Forse è gelosone che tu riesci a correre e lui no o forse è gelosone che il suo amico ha parlato con te di una tua passione e non con lui di una sua… mah… non rinunciarci mai però!

    Mi piace

    • doodlemarti ha detto:

      Sì io credo che di base sia geloso. E dire che essere andati in Spagna in vacanza mi sembrava una cosa carina…mah! Non rinuncio di sicuro, magari provo a parlarne di meno con lui per dargli l’idea di essere meno “fanatica” LOL

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...