Impressioni

Sì, impressioni, le mie, su questa giornata. Non so come mai, ma ho bisogno di scrivere, di raccontare.
 
Ieri le temperature sono cambiate. Del tipo che alle 17:30 c'erano solo 9ºC in paese. Davvero pochi! E quando sono tornata a casa dal lavoro alle 22:30 c'era una gran aria. Sono arrivata con le orecchie congelate e ho pensato che stamattina sarebbe stato freddo. Infatti così è stato.
Mi sono svegliata alle 8:30, ho guardato fuori, un cielo azzurro cristallino, immenso. Poi ho guardato il termometro sul balcone: 0ºC -ecco, lo sapevo!
Quindi ho fatto tutto con calma, la colazione, la scelta dei vestiti..tutto. Ho deciso che avrei indossato 3 strati: termica a maniche corte, mid-layer e all'esterno una giacca in Polartec con inserti in Primaloft. Tutti materiali caldi. Scelta azzeccata.
Questa è fondamentalmente la settimana in cui, piano piano, comincio a diminuire il lavoro in previsione della gara, quindi ho pensato di correre per 7km anziché 8. Non ho fatto i conti col freddo. Davvero. Erba ghiacciata, terra ghiacciata, tutto gelato, e io lì, sola, in mezzo al bosco, che pensavo “Il freddo è solo freddo, tu sei coperta, fai girare le gambe” Ma sul serio, mi pareva che anche la faccia si stesse gelando, una brutta sensazione. Sono andata avanti, sono arrivata al punto in cui volevo arrivare, mi sono girata e sono tornata indietro. Ero quasi a Campitello quando in mezzo alla strada c'era lui: un giovane capriolo. Ha drizzato le orecchie, mi ha guardato, io ho rallentato. Poi ho visto una deviazione, un sentiero che taglia la strada verso la montagna, in modo tale da non infastidire l'animale. Che poi solo non era! Erano due, giovani, belli..e presi dalla pura di vedermi, si sono messi a correre, quasi in parallelo a me…ma andando cento volte più veloce. Sono spariti nel bosco, verso il fiume, e io ho preso la deviazione. Che bello.
Improvvisamente ho sentito caldo, il cuore mi è esploso. Di felicità. Di gratitudine. Di “vedi se non avessi corso oggi, non li avresti visti”
E allora ho pensato che non potevo mollare, che il freddo era solo quello e basta, che dall'1 non lavoro più, e posso andare a correre nelle ore più calde, che alla fine questa corsa poco confortevole, si è trasformata in qualcosa di bello, che mi ha lasciato positiva tutto il giorno. Grazie alla natura!
 
 
Annunci

4 commenti

  1. Quando arriva il freddo di solito mi fermo perché non riesco a resistere, ma una volta ho corso (era una domenica mattina di dicembre) c’era la brina che copriva i prati, sembrava neve… una vista incredibile che ha cancellato il gelo che mi circondava. Qui 15° (speriamo ancora per molto)
    Che bello incontrare i caprioli, ti invidio 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...