E settembre fu!

In questo momento sono “sotto ferri” della parrucchiera. Il mese ho deciso che lo comincio così. Taglio un po’ i capelli, rifaccio il colore, butto alle spalle le ruggini dei mesi passati. Che sembrava ieri il primo di giugno, un’estate intera davanti e molte aspettative- forse. E adesso è arrivato settembre. La porta che si apre sull’autunno. Le giornate che non sono più tanto calde (almeno quassù!) e una grande escursione termica fra notte e giorno. Piano piano i prati verdi diventano più scuri, gli alberi cominciano lentamente la loro mutazione. E io intravedo la fine della stagione. Ieri parlavo con un mio amico che gestisce un bar e un ristorante e mi ha detto “Se vedi un cadavere per strada, magari con due cartoni in mano, sono io” Come lo capisco. Io non gestisco locali, faccio solo la segretaria nel macromondo del camping, ma esco ferita da questa stagione. Ferita nel corpo -sono molto stanca- e anche un po’ nell’animo. Lavorare sempre, senza mai avere un giorno libero, e ai ritmi che teniamo noi altri qui, è logorante sotto tutti gli aspetti. Mi rimane solo la corsa. In questo momento mi sento stanca anche per quella. Dormo male. Ho le occhiaie che mi toccano i piedi. E allora, ho deciso che questa settimana rallento, ascolto il mio corpo e la mia mente, perché so che se lascio riposare entrambi, poi riparto più carica e fiduciosa di prima. Ho fiducia in settembre. Ripongo in lui un paio di desideri…

Annunci

7 pensieri su “E settembre fu!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...