Singapore- Giorno 2

A Singapore come a Kuala Lumpur abbiamo imparato una cosa da subito: al mattino è bello, al pomeriggio monsone. Capito questo, basta programmare il da farsi in base al meteo. Quindi al mattino siamo andati subito a vedere i Gardens by The Bay, che sono situati esattamente dietro al Marina Bay Sands. Ero troppo curiosa di vedere dal vivo i Supertree Grove, questi alberi giganti ricoperti di piantine, che svettavano sopra al giardino botanico.
Le nostre aspettative non sono state disattese!! I giardini botanici sono molto belli, e si entra gratuitamente. Se però si desidera visitare i Supertree Grove e le serre, bisogna pagare dei biglietti. Le serre costavano davvero tanto, e siccome non eravamo molto interessati, abbiamo preferito fare la passeggiata sospesa e visitare un po’ i giardini.
Si accede alla passeggiata sospesa da un albero all’altro tramite ascensore. All’interno c’è un’umidità pazzesca e ci si rende conto che gli alberi di ferro sono ricoperti di piante. Che strano, ma che bello!
Se soffrite di vertigini, non ci andate. Il ponte è ben saldo con cavi di acciaio, ma oscilla e inoltre è stretto, il parapetto è sempre fatto di cavi di acciaio, quindi si ha bene la sensazione di essere esposti, pur essendo in sicurezza. Io l’ho fatto senza problemi, anche se a volte l’oscillazione mi ha dato un po’ fastidio. Il ponte comunque si percorre in poco tempo, dipende da quante volte ci si ferma a fare foto 😉 Ma in sé è proprio una passeggiata di pochi metri…spettacolare però! Il Marina Bay Sands è a un passo, e poi si vede tutta la città..troppo bello!
Dopo la visita ai giardini, ci siamo ripresi la metro diretti ai Quays, che erano, una volta in epoca coloniale, i porti usati per il commercio. Adesso sono diventati i quartieri alla moda, dove la fanno da padrone ristoranti e club, soprattutto nella zona di Clarke Quay.
Poi si è messo ovviamente a piovere e ci siamo rifugiati a mangiare dentro ad un centro commerciale. Non finiva più, e così ne abbiamo approfittato per girarci il centro commerciale. C’era tipo il festival del Giappone, quindi era tutto addobbato con poster giapponesi e vendevano un sacco di cose, specialmente cibo, legate al Giappone. Non ho preso niente ma ho fatto delle foto, ovviamente.
Lascia il tuo smartphone a caricare, mentre fai shopping!
Daruma power!
Poi ha smesso, finalmente, e ci siamo diretti verso il Raffles Hotel. Lo volevo visitare assolutamente! Ci hanno dormito grandi personaggi, come Hemingway, ed è lì che è stato inventato il cocktail Singapore Sling. Insomma, un pezzo di storia, ancora vivo e vibrante, nel bel mezzo dei grattacieli. Non volevo perdermelo. Così, camminando lungo il fiume, lo abbiamo raggiunto.
Victoria Theatre & Concert Hall
Lim Bo Seng Memorial
Il bello di raggiungere a piedi un posto, è di poter vedere un sacco di cose. Ok, nella Lonely Planet non è che c’era scritto chissà che e poi, per esempio, il Victoria Theater era tutto un cantiere sotto restauro, ma è stato comunque interessante…oltre che stancante!
The Padang, Singapore Cricket Club
St Andrew’s Cathedral
E da come si evince dal cielo…si è abbattuto un altro super monsone. Una roba che, giuro, in vita mia non ho mai visto piovere con così tanta violenza! Però ormai eravamo ad un passo dal Raffles! E quindi..ci siamo rifugiati nel solito centro commerciale, e quando ha accennato a rallentare, abbiamo corso dall’altra parte della strada e abbiamo visitato l’hotel. Non è che eravamo molto classy, anzi, direi più bagnati come pulcini, ma nessuno ci ha fatto caso.
Ovviamente non siamo andati a bere il Singapore Sling, era in realtà un po’ presto, e poi davvero, eravamo abbastanza sconvolti…quindi ci siamo ripresi la metro e siamo tornati all’hotel, stanchi e felici, perché comunque abbiamo visto un sacco di cose. La sera ci siamo limitati alla solita cena all’Hard Rock Café che era proprio a poche centinaia di metri dall’hotel. Così ho fatto le foto alle decorazioni, super opulente, di Natale. Faceva troppo strano stare a 29°  e vedere le renne!!
Sobrietà, proprio….
Ci resta solo un giorno da passare in questa città, e ancora qualche cosa da vedere…
Al prossimo post!
Annunci

3 comments

  1. Oh, io sarei impazzita in quel giardino! Anche qui c'è una camminata sugli alberi di ferro, ai Kew Gardens, ma non sono così giganteschi gli alberi e servono solo per tenere la struttura.

    Mi piace

  2. Sì, il giardino era fantastico! Unica nota stonata, che non ho fotografato: stavano allestendo un mercatino di natale in stile bavarese sotto gli alberi!! Con tanto di macchina per la neve finta…a 34°C…mi sono chiesta se avrebbero servito il vin brulè! Ahahah!

    Mi piace

  3. La passeggiata sospesa… che meraviglia ragazzi!!
    E' il tipo di posto che una persona deve visitare almeno una volta nella vita!! Sarei impazzita io… avrei corso a destra e sinistra come una bambina in preda all'accumulo di zuccheri nel sangue ahahah magnificoooo 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...