Amsterdam- giorno 3

Il giovedì è dedicato ai musei…partiamo, sempre a piedi, facendo quei 2943875847598 km come ogni giorno..abbiamo le gambe stanche (e infatti di sera ci addormentiamo come ghiri alle 22!)…ma noi non ci fermiamo! Prima tappa: Hard Rock Café da fuori, così lo fotografo e il mio ragazzo è contento anche se -parole sue- “Non è poi tanto bello questo qui..”
La nostra meta è Museum Plein, dove il giorno prima siamo stati a vedere Van Gogh. Questa volta tocca a Rembrandt e al Reijksmuseum! E’ stato ristrutturato e riaperto proprio quest’anno dopo 10 anni! Infatti l’atrio è molto bello e grande, e mi ricorda un po’ l’interno della piramide del Louvre. All’esterno resta quello di sempre invece…
Atrio 
Il problema però è orientarsi all’interno! Una vera traggggedia! Ok, io ho un discreto senso di orientamento, ma il mio ragazzo è avanti anni luce dal mio, e anzi, non si perde -quasi- mai! Ma dentro a questo museo sì..ci siamo persi..nel senso che ci siamo persi il senso di marcia dell’esposizione! E’ così incasinato che più di una volta abbiamo iniziato a visitare le sale partendo dalla fine! Troppe scale, una mappa per niente chiara e voilà..la frittata è fatta: siamo usciti molto provati!
A lui poi Rembrandt non ha colpito più di tanto, mi ha detto che ha preferito Van Gogh, ma io resto sempre dell’idea che Vermeer, Hals e Rembrandt meritino di essere visti e la “Ronda di notte” è così maestosa che mi ha commosso anche sta volta 🙂
Museum Plein
Museo Van Gogh
Fuori dal Reijksmuseum c’é l’installazione con le famose lettere che compongono la parola “Iamsterdam” e ovviamente è scattata la sequenza di foto! Manco le modelle XD
Dopo pranzo e dopo la sessione fotografica, ci siamo diretti verso l’Heinken Experience, anche questo, come il Reijksmuseum, gratis con la Holland Pass. Ma qui ci siamo persi perchè abbiamo sbagliato il canale XD ma poi ci siamo raccapezzati, ma intanto avevamo già fatto quei 3989979 km in più, come sempre..sigh!
Ad ogni modo, siamo entrati con la luce e siamo usciti col buio! Saremo stati dentro tipo 2/3 ore…è immenso e ci sono tantissime cose da fare. Intanto all’inizio c’é la storia dell’Heineken, del come e perchè è nata e sono esposti cimeli vari, come la prima bottiglia…
Poi si arriva nella sala dove una signorina spiega in inglese come si mescolino i vari ingredienti (più quello segreto) e si può assaggiare il luppolo (l’ho mangiato!) o odorare il malto tostato.
Dopo ci si sposta in una sala molto grande con diversi contenitori che servivano a pastorizzare la birra e a iniziare la sua trasformazione. Gli scarti venivano dati poi come cibo al bestiame.
Si poteva anche provare a tritare il malto o girarlo quando è bollente..o semplicemente sbirciare dentro alle cisterne!
Ci sono anche le stalle coi cavalli Shire! Perchè ancora adesso, in alcuni casi, vengono usati per trainare i carri coi barilotti di birra.
Poi siamo andati al cinema multi-sensoriale. Siamo diventati noi stessi la birra e sullo schermo proiettavano la visione soggettiva da parte della birra durante la sua lavorazione e ci hanno spruzzato acqua, bolle o fatto vibrare la pedana più e più volte! Troppo divertente!
L’esperienza è continuata con tante altre sale e giochini diversi, per poi terminare con una birra..anzi due..al bar del museo. Ovviamente erano incluse nel biglietto! 🙂
Questa è stata in assoluto la cosa più divertente che abbiamo fatto in tutta la vacanza. Persino più divertente del museo della Guinness a Dublino!

Annunci

2 pensieri su “Amsterdam- giorno 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...